InformativaQuesto sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

crescono le imprese, cresce la Calabria.

testatapress.jpg

Si è tenuto presso la Cittadella Regionale un incontro per la presentazione di un Disegno di Legge dedicato alle Finanziarie Regionali, cui hanno partecipato, oltre al Presidente di Fincalabra SpA,

 Carmelo Salvino, e la Vicepresidente della finanziaria regionale, Giuliana Barberi, il Presidente dell’ANFIR, Associazione Nazionale delle Finanziarie Regionali, Salvatore Santucci, ed il Presidente della Regione Calabria, Mario Oliverio.

 

Il disegno di legge, che a breve approderà in Parlamento, approvato dall’assemblea ANFIR lo scorso 27 settembre, punta a rafforzare il ruolo delle Finanziarie Regionali.

 

“Bisogna assicurare maggiore sostegno allo sviluppo del tessuto imprenditoriale– ha detto Santucci – e con questa iniziativa si vuole dare una svolta alle economie fragili quali quella calabrese, favorendo l’accesso al credito delle piccole e medie imprese per una maggiore liquidità”.

 

Il testo, illustrato dalla vicepresidente Giuliana Barberi, nasce quindi dal contesto eterogeneo delle Finanziarie Regionali, che propongono uno strumento finalizzato a garantire organicità e unicità normativa in modo da rendere più efficace la propria azione di strumento a supporto delle politiche di sviluppo.

 

“Questo disegno di legge - ha dichiarato il Presidente Oliverio – riveste un’importanza strategica e si inserisce in un’azione più ampia, portata avanti in questi anni dal governo regionale per rinnovare e rafforzare il ruolo della società finanziaria regionale come strumento di supporto al sistema delle imprese calabresi”.

 

Già con il Dl.gs. n.175/2016,meglio noto come Testo Unico Società Partecipate(TUSP), emanato in attuazione della Legge Delega n.124/2015 (c.d. Legge Madia), si affrontava per la prima volta la disciplina organica in materia di riordino dellepartecipazioni pubbliche.

 

“Le società partecipatedagli enti regionali – ha spiegato il Presidente Salvino - nascono e trovano la loro ragione in quanto strumentali all’implementazione delle politiche regionali sul territorio. Tra queste, fondamentali e sempre più importanti per l’attuazione dell’azione programmaticasono le Finanziarie Regionali, soggetti che operano secondo obiettivi tarati sulla propria realtà territoriale, orientati a sostenere la crescita e lo sviluppo delle imprese locali, favorendone l’accesso al credito e supportando progetti di investimento locali, nelperseguimento delle finalità di sviluppo poste dalla programmazione regionale”.

 

 

Catanzaro, 7novembre 2018