InformativaQuesto sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

crescono le imprese, cresce la Calabria.

testatapress.jpg

Grande successo di partecipazione all’Avviso Pubblico TalentLab Startup e Spin-off. Sono infatti 105 i team che hanno candidato la propria idea al bando che prevede l’attivazione di un ciclo breve di formazione finalizzato alla definizione di un piano di sviluppo aziendale

e la concessione di incentivi per la creazione di microimprese innovative promosse da laureati e di spin-off promossi da operatori della ricerca.

Nello specifico, si contano 85 potenziali startup e 20 spin-off, per un totale di 364 aspiranti startupper che hanno deciso di scommettere sulle proprie idee, inviando la domanda di partecipazione al modello di creazione d’impresa innovativa lanciato dalla Regione Calabria, insieme a Fincalabra e CalabriaInnova.

«La partecipazione a questo bando è un segnale importante, che dimostra la vitalità imprenditoriale dei laureati e ricercatori calabresi. Questo primo risultato consente alla Calabria di collocarsi ancora una volta da protagonista nel panorama nazionale delle startup – ha commentato il presidente della Regione Calabria, Mario Oliverio. – Con questo percorso, che accompagna i laureati e i ricercatori nella creazione di iniziative imprenditoriali pronte per il mercato, si rivoluziona anche l’approccio alla gestione dei finanziamenti pubblici. Il Talentlab, infatti, premia il merito dei nostri talenti, non erogando finanziamenti a pioggia, ma attraverso un percorso di formazione e accompagnamento nella predisposizione del Piano d’Impresa».

Dopo la raccolta delle proposte seguirà la verifica di ammissibilità e la fase di valutazione, che verranno effettuate da una Commissione appositamente nominata dall’Amministrazione Regionale. Tre i criteri principali di valutazione: eterogeneità dei gruppi; sostenibilità economico-finanziaria; capacità di individuazione di un mercato reale. I soggetti selezionati in questa fase beneficeranno dell’erogazione di un ciclo breve di formazione sulla cultura d’impresa e di servizi di assistenza e consulenza per la predisposizione di un piano d’impresa.

A conclusione del percorso di formazione e assistenza, i beneficiari dovranno costituire l’impresa, predisporre e presentare il Piano di Sviluppo Aziendale ai fini dell’ammissione alla Fase 2 del TalentLab che prevede il finanziamento dell’idea di impresa.

Per gli startupper che non si sono candidati ora ci sarà una nuova possibilità con la riapertura del bando nel mese di maggio 2018.